Federcomated
News & Eventi
Milano, Febbraio 2021
Lotteria degli scontrini – Avvio dal 1° febbraio 2021 – Determinazione interdirettoriale dell’Agenzia delle Dogane e dell'Agenzia delle Entrate del 29 gennaio 2021

La Lotteria degli Scontrini è partita il 1° febbraio: l’Agenzia delle Dogane – di concerto con l’Agenzia delle Entrate – ha emanato, il 29 gennaio 2021, il provvedimento attuativo recante le modalità tecniche necessarie per l’avvio e l’attuazione delle operazioni di estrazione.

Come noto, dopo la proroga di sei mesi dal 1° luglio 2020 al 1° gennaio 2021, a causa della pan-demia in corso, il decreto “milleproroghe” aveva affidato la definizione della partenza a un provve-dimento da emanare entro il 1° febbraio 2021.

Ora, con il provvedimento in oggetto e consultato il Garante della privacy, è dato ufficialmente avvio al nuovo concorso a premi collegato agli acquisti “cashless”.

La lotteria, infatti, è stata modificata con la legge di Bilancio 2021, consentendo la possibilità di partecipare all'estrazione di numerosi premi solamente in caso di acquisti di beni e servizi effettuati da privati mediante pagamenti elettronici presso esercenti che trasmettono telematicamente i dati dei corrispettivi.

In particolare, ogni acquisto mediante carte o bancomat genera biglietti “virtuali” che consentono di partecipare alla lotteria: ogni euro speso dà diritto a 1 biglietto, fino a un massimo di 1.000 biglietti per uno scontrino pari o superiore a 1.000 euro.

Per gli esercenti, si ricorda che è disponibile una guida operativa dell’Agenzia delle Entrate – di cui alla nostra comunicazione del 17 dicembre 2020 – che fornisce utili e semplici istruzioni operative sulla nuova lotteria.

 

Chi può partecipare alla lotteria

Possono partecipare alla Lotteria tutte le persone maggiorenni e residenti in Italia che, fuori dall’esercizio di un’attività d’impresa, arte o professione, acquistano, pagando con mezzi elettronici, beni o servizi per almeno un euro di spesa presso esercenti che trasmettono telematicamente i cor-rispettivi. Per partecipare è sufficiente mostrare il proprio codice lotteria al momento dell’acquisto, ovvero un codice a barre/alfanumerico che si può ottenere, dal 1° dicembre 2020, sul Portale della lotteria (www.lotteriadegliscontrini.gov.it), inserendo il proprio codice fiscale. Il codice può essere stampato o salvato su smartphone o tablet e essere esibito all’esercente al momento dell’acquisto.

Tanti biglietti quanti sono gli euro spesi – Per importi di spesa almeno pari a 1 euro pagati tramite mezzi elettronici (carte di credito, carte di debito, bancomat, carte prepagate, carte e app connesse a circuiti di pagamento privativi e a spendibilità limitata), lo scontrino elettronico che l’esercente invia telematicamente produrrà un biglietto virtuale per ogni euro speso, fino a un mas-simo di 1.000 biglietti per ogni scontrino di importo pari o superiore a 1.000 euro. Successivamente all’estrazione dei biglietti vincenti, l’Agenzia delle dogane e dei monopoli abbinerà il codice lotteria associato al biglietto estratto al codice fiscale dell’acquirente e alla partita IVA dell’esercente risultati vincitori.

Non possono partecipare alla Lotteria gli acquisti in contanti, gli acquisti online, quelli per i quali si emette fattura e quelli per i quali il cliente fornisce all’esercente il proprio codice fiscale o tessera sanitaria a fini di detrazione o deduzione fiscale.

I premi in palio – Alle estrazioni della lotteria partecipano, oltre che i consumatori, anche gli esercenti presso cui è avvenuto l’acquisto: ogni scontrino partecipa a una sola estrazione settimanale, a una sola estrazione mensile e a una sola estrazione annuale.

 

Estrazioni annuali

Estrazioni mensili

Estrazioni settimanali

1 premio da € 5.000.000 per chi

compra

10 premi da € 100.000 per chi

compra

15 premi da € 25.000 per chi

compra

1 premio da € 1.000.000 per chi

vende

10 premi da € 20.000 per chi vende

15 premi da € 5.000 per chi vende

 

Le vincite sono comunicate tramite PEC:

• per gli acquirenti, all’indirizzo comunicato nell’area riservata del Portale lotteria
• per gli esercenti, nell’Indice Nazionale degli Indirizzi di Posta Elettronica Certificata, INI-PEC.

In assenza di una PEC, la comunicazione viene inviata tramite raccomandata AR. La comunicazione segnalerà l’obbligo di recarsi, entro novanta giorni, presso l’ufficio dell’Agenzia delle dogane e dei monopoli competente in base alla propria residenza o al proprio domicilio fiscale. Il premio arriverà direttamente tramite bonifico bancario o postale.

 

Il calendario delle estrazioni

Le estrazioni sono settimanali, mensili e annuali. La prima, mensile, è fissata per giovedì 11 marzo che decre-terà i primi venti vincitori fra consumatori ed esercenti che abbiano generato scontrini trasmessi e registrati al Si-stema Lotteria dal 1° al 28 febbraio 2021. Le estrazioni mensili verranno effettuate, poi, ogni secondo giovedì del mese, fra tutti i biglietti generati da corrispettivi trasmessi e registrati dal Sistema Lotteria nel mese precedente l’estrazione. Le estrazioni settimanali partiranno giovedì 10 giugno fra tutti i biglietti generati da corrispettivi tra-smessi e registrati al Sistema Lotteria dal lunedì alla domenica della settimana precedente.

Infine, la prima estrazione annuale si terrà a inizio 2022 (la data verrà stabilita con un provvedimento del Diretto-re Generale dell’Agenzia delle dogane e dei monopoli) e si concorrerà con tutti i biglietti generati dal 1° febbraio al 31 dicembre 2021.

 

Richiesta di assistenza

Attraverso il “Portale lotteria” è possibile chiedere assistenza tecnica per eventuali criticità, incongruenze e/o ir-regolarità del sistema lotteria nonché effettuare, a decorrere dal 1° marzo 2021, le segnalazioni nel caso in cui l'e-sercente al momento dell'acquisto rifiuti di acquisire il codice lotteria.
Tali segnalazioni sono utilizzate dall'Agenzia delle entrate e dalla guardia di finanza nell'ambito delle attività di analisi del rischio di evasione. Al riguardo, i premi attribuiti non concorrono a formare il reddito del percipiente per l'intero ammontare corrisposto nel periodo d'imposta e non sono assoggettati ad alcun prelievo erariale.