Federcomated
News & Eventi
Milano, Settembre 2018
Bando contributi Area B: linee di indirizzo

Sul tema della LEZ (Low Emission Zone), la zona a traffico limitato estesa a quasi tutto il territorio del Comune di Milano con progressivo divieto di accesso e circolazione per i veicoli più inquinanti, Confcommercio Milano ha fin dall’inizio contrastato due principi prospettati dal Comune, promotore della misura: l’applicazione della ZTL anche nella giornata di sabato e la sua estensione fino alle ore 21.
 
Entrambe queste richieste di Confcommercio Milano sono state accolte: la nuova zona a traffico limitato, che si chiamerà Area B (per distinguerla da Area C), sarà infatti in vigore dal lunedì al venerdì (e non anche il sabato), esclusi i festivi, e dalle ore 7.30 alle ore 19.30 (anziché fino alle 21).
 
Nella Commissione Mobilità del Comune, l’Assessore Marco Granelli ha illustrato tutti i dettagli del provvedimento, che è stato approvato in Giunta il 2 Agosto u.s. e che è scaricabile al link sotto riportato. I divieti di accesso e circolazione in Area B ai veicoli inquinanti entreranno in vigore a partire dal 21 gennaio 2019, per poi essere estesi negli anni successivi.

La suddetta delibera contiene le linee di indirizzo per l’erogazione di contributi alle imprese per l’acquisto di un nuovo veicolo.

Potranno accedere al contributo le imprese micro, piccole e medie, e le imprese artigiane, con sede legale/unità locale a Milano e/o licenza per l’esercizio dell’attività di vendita su aree pubbliche rilasciata dal Comune di Milano, che siano proprietarie di un veicolo N1 e N2 (massa inferiore a 7,5 tonnellate), da destinare alla rottamazione o all’esportazione, appartenente a una delle seguenti categorie ambientali:

• autoveicolo di classe pre-euro ed euro 0 diesel
• autoveicolo di classe Euro 1 diesel
• autoveicolo di classe Euro 2 diesel
• autoveicolo di classe Euro 3 diesel
• autoveicolo di classe Euro 4 diesel

Gli investimenti ammissibili riguarderanno la sostituzione del veicolo, rottamato o esportato fuori dall’Unione Europea, con uno di nuova immatricolazione, di categoria N1 o N2, ad alimentazione:

• elettrica,
• ibrida (benzina/elettrica),
• metano,
• benzina/metano,
• gpl,
• benzina/gpl,
• benzina euro 6

è escluso l’acquisto in leasing.

L’autoveicolo nuovo acquistato deve essere intestato alla medesima impresa che richiede il contributo e la proprietà deve essere mantenuta almeno per 5 anni dall’acquisto.

Il contributo è destinato alla sostituzione di un massimo di due veicoli per ciascuna impresa. 

La tipologia del contributo è in conto capitale, nella seguente misura:

 

Alimentazione

N1

N2

1 - 1,49 t

1,5 - 2,49 t

2,50-3,49 t

3,5 - 7 t

ELETTRICO

€ 4.500

€ 5.500

€ 6.000

€ 7.500

IBRIDA (Benzina/Elettrica) con contributo emissivo di Co2 inferiore a 75 mg/km

€ 3.500

€ 4.000

€ 4.500

€ 6.000

METANO, BENZINA/METANO

€ 3.000

€ 3.500

€ 4.000

€ 5.000

GPL, BENZINA/GPL

€ 1.500

€ 2.000

€ 2.500

€ 3.500

BENZINA euro 6

€ 1.000

€ 1.500

€ 2.000

€ 3.000

  

Sono esclusi dal contributo i trasportatori conto terzi.

La procedura valutativa sarà a sportello, secondo l’ordine cronologico di presentazione delle domande.

Saranno considerati ammissibili gli investimenti i cui ordinativi siano stati effettuati dalla data di pubblicazione del bando fino al 31/12/2019, o fino all’esaurimento dei fondi.

Il bando sarà articolato in due fasi, in maniera analoga a quanto già sperimentato con gli ultimi bandi sui FAP:

• fase 1: adesione al bando e prenotazione del contributo
• fase 2: richiesta di liquidazione del contributo e rendicontazione dell’investimento

Le risorse messe a disposizione dall’ Amministrazione comunale ammontano a 5.229.200 euro, cui si aggiunge 1 milione messo a disposizione da Città Metropolitana.

Quanto prima sarà pubblicato il provvedimento dirigenziale che darà esecuzione alle linee di indirizzo.

 

 

 

Delibera 1368/2018